Il nostro sito Safatletica o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Nella serata di domenica 27 novembre,...

presso il salone dello Sporting Dora, sono andate in scena le “Premiazioni delle eccellenze sportive della Safatletica Piemonte”, appuntamento molto atteso da atleti, tecnici e dirigenti, che segna la conclusione della stagione agonistica corrente e l’inizio di quella che verrà.

L’evento ha visto la graditissima partecipazione della Sindaca Chiara Appendino, del Presidente del Comitato Regionale Fidal Rosina Boaglio e del vice Presidente del Comitato Regionale Fidal Paolo Melardi.

Davanti a 90 atleti,  20 tecnici, ai presidenti e dirigenti delle Società coinvolte nel progetto sportivo, il presidente di Safatletica Piemonte Ivo Marco ha premiato, insieme alle autorità, le eccellenze societarie che nella stagione 2017-2018 si sono distinte in campo nazionale e internazionale.

I primi ad essere chiamati, sono stati i Campioni Italiani Matteo Capello, Alessandro Sion, Assia el Maazi, Pietro Arese ed Elisa Tosetto (gli ultimi due, seppur assenti perché all’estero, non hanno voluto mancare all’appuntamento inviando due bellissimi messaggi vocali per i presenti).

E stata poi la volta degli atleti che si sono maggiormente distinti nell’arco della stagione e cioè Martina Stanchi, Noemi Cairo, Assia el Maazi, Alessia Titone, Gabriele Parisi, Stefano Carena, Alessandro Sion e Matteo Capello.

Forti emozioni le ha suscitate la premiazione di Jacopo Cuculo, una storia bellissima di un ragazzo che deve essere d’esempio per chi crede che le difficoltà siano insormontabili.

Dopo il gravissimo incidente subito circa un anno e mezzo fa durante un allenamento di salto con l’asta, è tornato a gareggiare come atleta paralimpico nelle gare di velocità vincendo in sequenza i titoli italiani indoor sui 100 e 200m.

Dalle premiazioni che guardano al recente passato si è poi passati alla presentazione dei team femminile e maschile che la prossima stagione difenderanno i colori di Safatletica, allo staff tecnico che li seguirà quotidianamente in pista e allo staff dirigente che supporterà la struttura dietro le quinte.

Una grande festa dell’atletica chiusa con un animato e divertente party beneagurante che ha coinvolto tutti fino a tarda serata.

 

 

Vai all'inizio della pagina